Newsletter subscribe

Economia

Dichiarazione Canone in ritardo: ecco cosa accade

Dichiarazione canone in ritardo
Posted: 01/07/2017 alle 06:01   /   by   /   comments (0)

Dichiarazione Canone in ritardo: cosa accade se si superano i limiti di scadenza imposti dalla legge

C’era tempo fino alla data utile del 30 giugno 2017, giornata di ieri, per inviare tramite le modalità previste dall’Agenzia delle Entrate – ovvero tramite raccomandata oppure per mezzo della dichiarazione online – la dichiarazione di non possesso dell’apparecchio televisivo e quindi per evitare il pagamento del Canone Rai per il prossimo semestre.

Purtroppo, allo stato attuale delle cose non vi sono ulteriori possibilità per mettersi in regola, almeno per quel che concerne questo semestre: chi non ha inviato la dichiarazione entro il mese di giugno continuerà quindi a pagare il canone televisivo, fino alla fine del 2017. Tuttavia, è possibile presentare, a partire dalla data di oggi, sabato 1° luglio 2017, la dichiarazione di non possesso del televisore – che ha validità annuale – per evitare di pagare il canone televisivo in bolletta per il prossimo anno.

calcola il preventivo del tuo finanziamento

Rimane comunque abbastanza chiaro ed evidente che, nel caso in cui nel corso dell’anno si acquisti un televisore, è necessario presentare una dichiarazione di variazione, che si può rilevare all’interno del Quadro C del modello di richiesta variazione. Dal momento in cui si presenta la dichiarazione, quindi, si inizierà a sostenere il pagamento del canone televisivo.

Comments (0)

write a comment

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 
Name E-mail Website

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi