Newsletter subscribe

Economia

Trony chiude: quali saranno le conseguenze per 800 lavoratori?

Trony chiude
Posted: 21/02/2018 alle 06:10   /   by   /   comments (0)

Trony chiude? Ben 40 filiali in Italia sono a rischio, a causa del dichiarato fallimento nel 2017: 800 lavoratori a serio rischio

Potrebbe arrivare molto presto, per la nota catena di vendita elettrodomestici e prodotti tecnologici ed elettronici di grande successo, la necessità concreta di chiudere i battenti. Si tratta di un’azienda che è stata fondata nel 1991 e che fino a qualche tempo fa è stata considerata come una delle aziende più rilevanti e di successo per quel che riguarda la vendita di questa categoria di prodotti: in Trony è infatti possibile acquistare tv, lavatrici, smartphone, e molti altri prodotti tecnologici da diversi anni.

Eppure, nonostante il successo che è riuscita ad ottenere anche grazie alla consueta espansione sul mercato italiano – in Italia vi sono almeno 205 filiali – purtroppo Trony potrebbe essere molto presto prossima alla chiusura di 40 di questi negozi. Non chiuderà quindi l’azienda, ma alcune delle sue sedi, mettendo purtroppo a serio rischio il lavoro di ben 800 persone, che potrebbero doversi mettere alla ricerca di una nuova occupazione.

Il motivo? A quanto pare la dichiarazione del fallimento per bancarotta fraudolenta della società EDOM S.p.A., che nel 2017 possedeva la licenza del brand: cosa accadrà a questi negozi? E soprattutto, quali saranno le conseguenze per coloro che lavorano nei negozi presi di mira da questa crisi?

Tra le paure per l’anno 2018, la preoccupazione maggiore è per l’aggravarsi della crisi economica italiana, ma anche per l’instabilità politica e l’indecisione per il problema immigrazione. Sembra che più di un italiano su due (53%) è preoccupato per la situazione economica del paese. Sebbene si dica che la crisi economica, che ci portiamo dietro da quasi 10 anni, sembra ormai finita, si ha paura di una ulteriore recrudescenza della stessa, che potrebbe portare delle conseguenze devastanti per la nostra economia.

Altre preoccupazioni riguardano, come detto, sia l’instabilità politica che l’immigrazione. Il 36% degli italiani ha paura di questi due aspetti, ma anche dell’instabilità del mondo lavorativo. Tra i maggiori auspici per il prossimo anno, infatti, c’è proprio quello che concerne la diminuzione della disoccupazione, che è ancora a livelli allarmanti nel nostro paese

calcola il preventivo del tuo finanziamento

Sharing is caring!

Comments (0)

write a comment

Comment
Name E-mail Website