Newsletter subscribe

Economia

Risparmi e prelievi: se assenti o esigui destano sospetti

Risparmi e prelievi
Posted: 05/03/2018 alle 20:34   /   by   /   comments (0)

Risparmi e prelievi: se non vi sono molti prelievi da parte del contribuente, si rischia di destare sospetti

L’accertamento fiscale da parte dell’Agenzia delle Entrate è senza dubbio qualcosa che spaventa e che fa quindi molta paura al contribuente. È bene quindi, per evitare di essere additato un contribuente sospetto, cercare sempre di preferire forme di pagamento e di versamento tracciabili, e provvedere a giustificare ogni importo ricevuto, con fattura o ricevuta fiscale.

È pur vero che spesso, nel temere nello specifico l’Agenzia delle Entrate ed i suoi spesso duri controlli, si fa sempre più attenzione a giustificare i soldi in entrata ed anche quelli in uscita, ma non si pensa che evitare di prelevare del denaro possa essere addirittura controproducente. Se si hanno dei risparmi, dei soldi da parte, e non si ha mai la necessità di attingere da questi risparmi – specialmente in presenza di poche entrate o di esiguo impiego – allora si potrebbe determinare il sospetto da parte del fisco, che penserebbe ad entrate alternative. Un affitto pagato in nero, un lavoro sommerso, potrebbero essere le spiegazioni possibili ed in tal caso, il contribuente dovrebbe solo cercare di difendersi, giustificando le eventuali operazioni in nero e quindi dimostrando di non avere alcuna entrata sommersa.

calcola il preventivo del tuo finanziamento

Sharing is caring!

Comments (0)

write a comment

Comment
Name E-mail Website