Newsletter subscribe

Economia

Acquisto compulsivo vs risparmio eccessivo: due casi opposti e dannosi

Acquisto compulsivo vs risparmio eccessivo
Posted: 19/04/2019 @ 06:40   /   by   /   comments (0)

Acquisto compulsivo vs risparmio eccessivo: in nessuno dei due casi possiamo avere buone prospettive

Di recente si è molto parlato degli acquisti compulsivi, un vero e proprio opposto al risparmio che, invece, è quella capacita delle persone di mettere da parte del denaro per affrontare delle spese improvvise. Nell’ultimo periodo l’Istat ha fatto riferimento alla capacità acquisita da parte delle famiglie di monitorare i propri consumi attraverso una maggiore propensione al risparmio: qualcosa di positivo, se pensiamo soprattutto al fatto che risparmiare significa avere la garanzia di potersi dotare di denaro a propria disposizione, appunto, per sostenere spese improvvise, come l’acquisto di una macchina, le spese universitarie per un figlio, o le spese mediche.

Acquisto compulsivo e risparmio eccessivo possono però essere i due opposti di una situazione che in nessuno dei casi è considerata positivamente. Acquistare qualcosa in maniera compulsiva significa non solo non avere da parte il becco di un quattrino (in genere chi soffre della patologia tende a non essere in grado di mettere da parte neanche un centesimo) mentre chi risparmia troppo e si limita in tutto, non solo non fa girare l’economia ed abbatte i consumi, ma nello stesso tempo si priva eccessivamente. L’equilibrio deve essere la scelta da fare, insomma.

calcola il preventivo del tuo finanziamento

Sharing is caring!

Comments (0)

write a comment

Comment
Name E-mail Website