Newsletter subscribe

Economia

Tetto uso contanti. Giusto oppure sbagliato?

Tetto uso contanti
Posted: 19/10/2019 alle 06:37   /   by   /   comments (0)

Tetto uso contanti: giusto o sbagliato? Quali sono i reali rischi e le reali possibilità in merito?

Il tetto massimo di utilizzo dei contanti in Italia riporta il nostro paese al 2011, data nella quale il governo Monti stabiliva che, per contrastare un problema molto importante come l’evasione fiscale, si dovesse fissare un tetto massimo e cioè un limite di uso dei contanti che passava da 2500 euro fino a 1000 euro. Un limite, questo, che venne imposto agli italiani, con tutti i rischi del caso, e che venne poi ammorbidito dal governo di Matteo Renzi nel 2016 quando, appunto, la situazione venne riportata alla “normalità” con un tetto massimo di 3000 euro.

Oggi, con il nuovo decreto fiscale che potrebbe essere introdotto dal governo Conte bis, il tetto massimo potrebbe essere nuovamente riportato in auge, con limiti sull’uso dei contanti non solo per i pagamenti e gli acquisti, ma sostanzialmente anche per i trasferimenti di denaro tra amici e parenti.

Ma questo limite è davvero giusto? Serve davvero ad evitare l’evasione fiscale? Certamente, un esperto super partes potrebbe dire la sua ed informare sui rischi e sulle possibilità reali dell’uso del contante, ma bisogna comunque ricordare che il vero controllo sugli evasori fiscali dovrebbe iniziare dai grandi numeri, prima ancora che dai piccoli.

calcola il preventivo del tuo finanziamento

Sharing is caring!

Comments (0)

write a comment

Comment
Name E-mail Website