Newsletter subscribe

Mutui

Accollo del mutuo: come funziona e quali sono i vantaggi

Accollo del Mutuo
Posted: 05/11/2016 alle 08:07   /   by   /   comments (0)

Accollo del mutuo: un’espressione a cui ben pochi sanno dare una chiara definizione, ma che in realtà sta ad indicare una soluzione davvero molto efficacie a molti problemi che possono colpire chi ha a che fare con la compravendita di un immobile. Vediamo quindi di cosa si tratta e come funziona nello specifico l’accollo del mutuo.

Stiamo parlando della possibilità di subentrare ad un altro mutuatario, detto accollante, nel rimborso del finanziamento per l’acquisto dell’immobile, nel momento in cui il passaggio di proprietà avvenga prima che il debito con la banca (accollataria) sia stato estinto. Su http://www.imutuionline.it potete trovare maggiori e dettagliate informazioni sugli accolli, oltre a quelle che trattate in questo articolo.

calcola il preventivo del tuo finanziamento

Accollo del MutuoTutto ciò, ovviamente, implica da parte dell’acquirente l’obbligo sia di rimborsare le rate, sia di adempiere a qualsiasi altro impegno previsto dal contratto stipulato dal suo predecessore, il cosiddetto “accollato”. L’accollo prende formalmente il via al momento del rogito, che avviene come in qualsiasi compravendita di immobili.

Ma quali sono i principali vantaggi di questa formula? L’accollante, da parte sua, potrà risparmiare sulle spese collegate all’avvio di un nuovo mutuo. Inoltre, nel caso l’accollato fosse una società (ad esempio, la società costruttrice), la cifra che l’accollante dovrà rimborsare potrà essere al massimo dell’80% del debito residuo; in caso si tratti di un venditore privato, l’accollante dovrà invece rimborsare tutto il debito residuo.

La banca, inoltre, in questo caso non dovrebbe avere obiezioni (cosa che invece avviene spesso quando si tratta di chiedere un nuovo mutuo), in quanto resta sempre creditrice del rimborso del debito, anche se cambia il debitore.

L’accollato godrà invece dell’ovvio vantaggio di non dover estinguere tutto il mutuo, ma solo una parte, sgravandosi dell’obbligo nel momento stesso in cui l’immobile passa di mano.

Occhio però allo stato dei pagamenti dell’accollato, che dovrà essere pienamente in regola. Se l’accollato fosse una ditta costruttrice, questa potrebbe inoltre chiedere all’accollante il rimborso di una parte delle spese sostenute per accendere il mutuo stesso, il che andrebbe a ridurre il risparmio sulle spese di cui parlavamo prima.È quindi necessario, in questo caso, essere ben coscienti del tipo di mutuo stipulato dal costruttore, delle spese e degli oneri collegati, in modo da non ritrovarsi poi con brutte sorprese.

Attenzione anche alla banca, che potrebbe asserire di non poter più applicare le condizioni “vecchie” al nuovo acquirente, e potrebbe chiedere di applicarne di simili a quelle di un contratto di mutuo stipulato da zero. A quel punto l’accollo di un mutuo preesistente potrebbe davvero non essere conveniente.

Comments (0)

write a comment

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 
Name E-mail Website

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi