Newsletter subscribe

Prestiti

Richieste prestito in aumento: cosa emerge da Osservatorio Crif

Richieste prestito in aumento
Posted: 16/03/2017 alle 18:32   /   by   /   comments (0)

Richieste prestito in aumento: lo attesta un’indagine Crif, secondo cui le famiglie italiane tornano a chiedere denaro

È un’analisi dagli esiti molto importanti, quella che è stata effettuata in questi ultimi giorni dall’Osservatorio del Crif in merito alla richiesta dei prestiti da parte delle famiglie italiane. Infatti, pare che, successivamente al calo che abbiamo potuto attestare intorno al mese di gennaio 2017 – un calo delle richieste che si è attestato intorno al 2,2% – la situazione sia tornata positiva, più o meno ai livelli del 2016. Infatti, proprio nello scorso anno, il numero delle persone che si sono rivolte ad un’agenzia di credito o ad un istituto bancario per ottenere un prestito era decisamente aumentato, e con esso anche l’importo medio richiesto.

Poi, nel gennaio 2017, si era registrata una battuta d’arresto che aveva fatto prevedere qualcosa di negativo per i prossimi mesi. Tuttavia, la situazione – che all’inizio è stata alquanto preoccupante – potrebbe essere destinata a rientrare presto, anche grazie alle nuove richieste. Che, come confermano le stesse analisi, non sono solo delle previsioni sulla base di richiesta di informazioni o preventivi, ma delle vere e proprie richieste già effettuate dal punto di vista formale.

calcola il preventivo del tuo finanziamento

Ma i dati positivi interessanti sono due: oltre all’aumento delle richieste di prestito nel gennaio 2017, si è infatti registrato anche un aumento dell’importo medio richiesto, che raggiunge i livelli registrati fino a marzo 2011, con un importo medio di 9.361 euro. Tutto lascia ben sperare, quindi, per il futuro.

Comments (0)

write a comment

Comment
Name E-mail Website

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi